Il metodo Odontorelax: 

E' il risultato di una serie di accorgimenti, implementati negli anni, che hanno dato prova di efficacia nella terapia dei pazienti odontofobici.
In sala d'attesa i pazienti non dovrebbero neppure sedersi, perche' aspettare è ansiogeno.
Minimizziamo i tempi di attesa per tutti i nostri pazienti poiche' riteniamo che il vostro tempo valga tanto quanto il nostro.
La sala d'attesa e' neutra e  non sono presenti richiami di tipo odontoiatrico salvo depliant e presentazione dello studio a lettura facoltativa.
Esistono diversi tipi di approcci, ma tutti devono avere in conto il tempo. 
Nella terapia di ogni paziente, ma soprattutto di chi ha fobie odontoiatriche, la fretta è una cattiva maestra. Al paziente va' dedicato il giusto tempo in termini di rassicurazione e possibilita' di interrompere la cura in caso di necessita'. sapere di poter sospendere la terapia ( e farlo davvero) è di per sè tranquillizzante.
L'anestesia va' fatta agire per un tempo sufficientemente lungo e ci si deve sincerare del suo reale effetto (test di efficacia).Il paziente in qualsiasi momento puo' fermare le procedure alzando una mano.
L'anestesia utilizzata e' un dispositivo svizzero brevettato (Saniject®, vedi bottone sottostante).
Tutte le procedure contemplano l'uso di diga protettiva in gomma ( vedi pagina dedicata)  per migliorare la respirazione,  e il comfort del paziente ( oltre ad aumentare il successo delle terapie).
A richiesta del paziente, si possono ridurre le sedute necessarie, trattando piu' denti alla volta.
Utilizziamo sistemi di visualizzazione ed ingrandimenti, per meglio vedere e quindi trattare, ogni lesione.
In caso di carie non troppo estese utilizziamo sistemi mininvasivi, quali punte ad ultrasuoni, anziche' turbine e trapani.
E molto altro ancora...